Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 12 maggio 2014

Organizzazione domestica e ringraziamenti

Dopo la laurea, ho avuto molto tempo libero da gestire ed ho sentito la necessità di occuparmi di qualcosa di utile, in attesa di un'occupazione. 
La condizione (spero momentanea) di casalinga mi ha portato a riflettere sulle azioni svolte da questa "figura", in particolare, quelle necessarie per avere e mantenere una casa pulita ed in ordine, perché parte del benessere mentale. Quindi, ho iniziato ad osservare la mia casa e mi sono resa conto che avevo lasciato indietro e/o trascurato molte cose: da qui l'esigenza di prendere in mano la situazione. Di natura odio vivere in un ambiente disordinato e poco pulito, ma prima ero molto impegnata e poco in casa per cui non potevo dedicarmi con cura a tutto ciò che riguardava l'ambiente domestico e mi limitavo allo stretto necessario. 
In questa nuova condizione, dapprima ho proseguito con quelle che erano, per me, le pulizie ordinarie, successivamente mi sono resa conto che queste non erano sufficienti al mio scopo: avevo necessità di consigli. Così, in un pomeriggio di noia e solitudine, in cerca di ispirazioni e consigli, ho digitato su Google "organizzazione domestica" e, con mio stupore, mi sono imbattuta in una moltitudine di risultati. Dopo aver letto qua e là, alla fine ho ritenuto validi i consigli di un paio di donne che, gentilmente, hanno voluto condividerli nei loro blog. E quindi:

- un GRAZIE a Koko Pi che, attraverso i consigli di Flylady, mi ha aiutata a capire cosa s'intende fare le pulizie di fondo, le azione da fare, e quali siano invece, le pulizie di routine; certo, il tutto l'ho adeguato ai miei spazi abitativi e al mio ritmo di vita, ma mi sono stati molto utili come base di partenza;

- un GRAZIE a Una mammetta pasticciona che mi ha portato nel mondo della casalinga degli anni '60, con qualche piccola rivisitazione. La sua distribuzione delle faccende durante la settimana mi ha trasmesso (non sto scherzando) molta tranquillità e calma, quindi ho utilizzato il suo schema per creare il mio. Il calendario settimanale da lei descritto l'ho trovato molto in sintonia con me poiché, come ho detto, trascorro molto tempo in casa. 

Organizzare ciò che devo fare mi fa sentire bene, mi toglie l'ansia, quindi mi da una certa sicurezza, ed inoltre non mi fa perdere tempo (questo è ciò che facevo anche quando andavo all'università con le diverse materie ed esami). 
Oltre che le faccende domestiche, trovo che abbia un duplice vantaggio organizzare anche i pasti della giornata: il primo è dato dal fare una spesa razionale sulla base dei pasti previsti per la settimana (con l'elasticità di poter invertire quanto programmato per un giorno con l'altro per necessità impreviste), il secondo è dato dal sapere in anticipo ciò che si andrà a cucinare, quindi sapere il tempo che servirà in modo da organizzare le attività prima e dopo con logica. 
In realtà, anche le pulizie domestiche che inserisco nel mio piano non sono mai così ferree; un giorno potrei non aver voglia di fare quanto previsto oppure potrebbe presentarsi un'imprevisto che fa saltare il programma. Quindi, l'elasticità è alla base del piano settimanale, sia per le attività che per i pasti.

A questo punto, vorrei condividere il modo in cui, attualmente, ho programmato la mia settimana, incluso tutto ciò che riguarda la casa e non (magari potrà essere utile a qualcuno, chi lo sa...).

LUNEDI': la mattina eseguo le pulizie di routine + zona 1 (sala/ingresso + bagno); il pomeriggio vado a correre + attività a scelta dell'elenco.
 MARTEDI': la mattina vado in piscina e il pomeriggio è dedicato alla lettura.
MERCOLEDI': la mattina eseguo le pulizie di routine + zona 2 (cucina); il pomeriggio vado a correre + attività a scelta dell'elenco.
GIOVEDI': la mattina vado in piscina o a fare la spesa per la dispensa (alimentare e/o detersivi/prodotti vari), secondo l'esigenza; il pomeriggio è dedicato alla lettura.
VENERDI': la mattina eseguo le pulizie di routine + zona 3 (camera + bagno + stanza scrivania/armadi); il pomeriggio è dedicato al relax, inteso come cura della persona e/o ad un giro di piacere per negozi per eventuali acquisti (anche qui utilizzo una lista, la wishlist che mi permette di fare acquisti consapevoli e mirati - vedi sotto- )
SABATO: la mattina di solito eseguo solo pulizie di routine in maniera veloce e faccio la spesa alimentare, dopo aver programmato i pasti della settimana; il pomeriggio è libero, come pure la DOMENICA. 


N.B.: ho creato, per comodità, una lista con le pulizie di routine...se non altro perché possa prenderci l'abitudine! Eccola qui:
  1. lavare le tazze della colazione e pulire il lavandino della cucina
  2. II piano: aprire le finestre, ripiegare le coperte e le lenzuola sulla sponda del letto, senza disfarlo completamente, per farlo arieggiare, sbattere i tappeti, pulire velocemente i sanitari e lo specchio (se necessario), rifare il letto, spolverare velocemente la camera e la zona scrivania, passare swiffer e rimettere i tappeti; chiudere le finestre.
  3. scale: spolverare velocemente le cornici e lo specchio, pulire il davanzale e la finestra (+ persiana se troppo sporca)  quindi passare swiffer
  4. sala: aprire le finestre, sbattere il tappeto dell’entrata, riordinare i plaid, il divano e le poltrone, spolverare velocemente rimettendo in ordine gli oggetti fuori posto, quindi passare swiffer, l’aspirapolvere e lo straccio; chiudere le finestre.
  5. bagno I: aprire la finestra e sbattere i tappeti, pulire velocemente i sanitari e lo specchio (se necessario), passare l’aspirapolvere e lo straccio; chiudere la finestra.
  6. cucina: aprire la finestra, togliere tutti gli oggetti dal piano della cucina, pulire e riordinare, quindi passare l’aspirapolvere e lo straccio; chiudere la finestra.
  7. occuparmi del bucato e controllare gli asciugamani nei bagni se sono da lavare
N.B.2: ho una lista anche per le pulizie di fondo, divisa per zone...così evito di saltare qualcosa; ho anche la zona 4, che sarebbe la cameretta ma, per ora, è abbastanza libera, per cui non necessita di pulizie di fondo, sono sufficienti quelle di routine. Evito di riportarla perché è fatta su misura per casa mia ma, come ho detto, il modello base è quello FlyLady.

N.B.3: ho stilato un elenco di attività da svolgere nel tempo libero perché ho notato che mi torna utile quando il mio cervello si "azzera". Di seguito, alcune di esse:
ð cura della persona (corpo, viso e capelli)
ð  controllare la posta
ð ricerca lavoro EP e corsi aggiornamento
ð informarmi su mostre, eventi, concerti, cinema
ð leggere (2-3 ore al giorno almeno)
ð corsa (3-4 volte la settimana min.)
ð piscina (a seconda della stagione e secondo le disponibilità economiche e di tempo)
ð aggiornare il blog
ð mettere in ordine le ricette
ð riordinare la cartella con le carte raccolte dalla scrivania
ð curare le piante (travasarle se necessario in primavera) e concimarle una volta la settimana
ð tenere in ordine i balconi
ð tenere in ordine gli armadi, lavare sciarpe, cappelli e maglioni lana al cambio stagione
ecc...

N.B.4: la wishlist riguarda gli acquisti personali, per A. (se desidero fargli un regalo) e per la casa, che suddivido secondo il criterio want, need, wear, read (qualcosa che si desidera, qualcosa di cui si ha bisogno, qualcosa da indossare, qualcosa da leggere) che ho trovato grazie a Bleubird. Dopo aver fatto questa wishlist,  a seconda delle disponibilità economiche, compro quanto messo in elenco, con la consapevolezza di ciò che ho acquistato: eh si perché è facile cadere nell'acquisto impulsivo, con tutte le conseguenza che questo comporta (senso di colpa, malessere, spreco economico, inutilità dell'oggetto), specie se si tratta di abbigliamento (potrei fare un post solo per questo argomento e ringraziare alcuni fashion blogger -non italiani- che seguo) . E' un pò che utilizzo questo criterio per fare acquisti e sento che, per me, è quello giusto. Provate anche voi ;)

4 commenti:

  1. Grazie Veronica!!! Che onore!! ^_^
    Sei super organizzatissima!
    Brava: il segreto è proprio questo...prendere spunto qua e là e poi adattare tutto alla propria casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh bhè...mi sembrava giusto, poiché mi sei stata davvero d'aiuto in un momento di difficoltà ...organizzativa ;)

      Elimina
  2. Dolcissima Veronica, il bello di tutto ciò è che si tratta di un vero proprio scambio, su altri livelli.
    Io ti ho dato l'imput per far emergere la determinazione di cui avevi bisogno per organizzarti, mentre tu, con il tuo feedback, tieni vivo il desiderio di condivisione che sta alla base della nascita di Una Mammetta Pasticciona.
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per le parole che hai scritto...Sono contenta di aver fatto un piacere anche a te :)
      Perché non comunicare ad una persona (anche se non si conosce), l'apprezzamento dell'aiuto che ti da (se pur virtuale)?
      Il post è scaturito proprio da questa riflessione.
      Ti auguro un buon fine settimana!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...