martedì 16 settembre 2014

Avevo voglia di un dolce... #2

Cucino spesso torte e ciambelle in inverno o nelle giornate di pioggia, e le penso o cerco sane e genuine, con ingredienti come: lo yogurt, la frutta, la crema o il cioccolato, adatti per una merenda; questa volta ho scelto la ricotta. 


Non penso quasi mai ad avere la macchina fotografica vicino durante la realizzazione del dolce; postare poi la ricetta senza far vedere il risultato non ha molto senso. 
Venerdì ho pensato di fare delle foto solo dopo lo step 1 del procedimento. La prossima volta ci penserò dopo aver preparato tutti gli ingredienti sul tavolo, che è meglio. Si tratta solo di coordinare le azioni e aver dimestichezza tra lo scattare le foto con le mani pulite e il procedere con la ricetta; non è facile e sarebbe meglio essere in due, anche per avere delle foto più belle e dinamiche. Sono una persona esigente :) 
La ricetta della Torta di Ricotta l'ho presa dal libro delle Torte e l'unica modifica cui ho apportato è stata quella di sostituire il burro con l'olio per ungere la tortiera.

Questi sono gli ingredienti:
- 400 gr di ricotta (ho messo la SantaLucia perché è molto cremosa)
- 220 gr di farina bianca
- 200 gr di zucchero
- 2 uova
- 2 tuorli
- una bustina di lievi in polvere
- zucchero a velo
- olio
- sale



Il procedimento è il seguente:
1 - montate 4 tuorli allo zucchero, poi vi amalgamate 200 gr di farina bianca e quella di mais e mescolate finché non ottenete un composto cremoso;
2 - incorporate quindi il lievito, la ricotta e, con delicatezza, i due albumi montati, in precedenza con un pizzico di sale, a neve ben soda;
3 - versate il composto ottenuto in una tortiera unta di olio e infarinata e fate cuocere in forno a 200 gradi per 40-45 minuti, senza mai aprire lo sportello (io l'ho preriscaldato all'inizio del procedimento).
4 - terminata la cottura, verificate con uno stecchino se la torta, all'interno, è asciutta, quindi la lasciate raffreddare e la togliete dallo stampo;
5 - spolverizzate con lo zucchero a velo.


Mmhmm buonissima, per la merenda è ottima! 
Peccato le foto non emanino il profumo che circola per casa!


Poi A. è tornato dal lavoro e abbiamo fatto merenda insieme 

domenica 14 settembre 2014

Festa del Mare


Come tutti gli anni, la prima domenica del mese di settembre c'è la Festa del Mare e per fortuna quest'anno hanno rimesso lo spettacolo pirotecnico. 
Lo spettacolo iniziava alle 21 e non avremmo fatto in tempo a mangiare al ristorante, per cui abbiamo preso qualche pezzo di pizza e ce lo siamo mangiato negli scalini di Piazza del Papa. La serata era stupenda, il clima era giusto e il cielo era limpido e sereno. 
Poi siamo scesi fino al porto cercando un posto favorevole per vedere i fuochi d'artificio; partivano proprio dal molo e alcuni direttamente del mare. 
Abbiamo fatto parecchie foto e quest'anno anche un video!

venerdì 12 settembre 2014

Riepilogando agosto

Il mese di agosto è iniziato con lo sgomberare la sala per poterla imbiancare e fare spazio alla nuova libreria con modifiche all'impianto stereo annesse (progetto di A.). 
Ad imbiancare ci abbiamo messo una giornata intera: abbiamo iniziato la mattina e la sera era già quasi tutto pulito; dico quasi perché dio solo sa per quanti giorni il pavimento, nonostante fosse tutto coperto, le porte e le finestre possano ributtare fuori le gocce di pittura e la polvere. Poi abbiamo ri-arredato e, giorno dopo giorno, la stanza vuota è tornata a diventare la nostra sala, pulita, luminosa e profumata, con tanto di tende, morbidi cuscini e tappeto. Ora è quasi a posto, mancano "solo" un paio di ripiani per la libreria, l'impianto stereo e il mobile tv, da modificare anch'esso.
Per me è stato un mese intenso anche perché mi stancavo subito, avevo mal di schiena e paura di affaticarmi e arrecare danni al piccolino, inoltre lo stomaco faceva i capricci ed ero spesso triste; almeno non è stato eccessivamente caldo. 
Anche per A. non è stato facile che, come al solito, ha dovuto effettuare delle modifiche, questa volta alla libreria dell'Ikea, Billy, per poterla adattare alle nostre esigenze, costruendo un pensile a sospensione, visto che la nuova linea non lo prevedeva più. In pratica giornate di ferie passate in casa e in garage a lavorare, uno spasso direi e capisco che non fosse dell'umore giusto in quel periodo. 


- la foto è bruttina, ma è per rendere l'idea; l'impianto è provvisorio, casse comprese - 

Però ci siamo ritagliati anche dei momenti di svago! 

giovedì 11 settembre 2014

La cena sfiziosa (e golosa) del mercoledì

Per spezzare la settimana, ieri ho pensato di fare lo sformato di patate. Ho una ricetta molto vecchia, la trascrissi nel mio ricettario quando ancora andavo a scuola; era nell'agenda di mia madre e probabilmente risale a mia nonna. Al tempo, trascrivevo tutte le ricette che mi piacevano così le avevo con me e a portata di mano se avevo voglia di farle. Poi internet non era così diffuso, per cui c'era un po' quel modo di passarsi le ricette di madre in figlio, o da vicina a vicina, oppure si stava pronti davanti alla tv per scrivere velocemente su agende o fogli volanti ingredienti e procedimento di ricette dettate durante il programma di cucina. No, non rimpiango quei tempi, sto meglio adesso; trascrivevo quelle ricette per essere indipendente e perché mia madre era estremamente gelosa delle sue cose, ricette comprese. 
Ma torniamo allo sformato!


Nella mia ricetta c'è scritto questo:

Ingredienti:
- 1 kg di patate
- 1 mozzarella di 300 gr circa
- 2 etti di prosciutto cotto
- 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
- 1 uovo
- 4 cucchiai di molliche di pane
- noce moscata 

Procedimento
Per prima cosa, si taglia la mozzarella a fettine sottili, in modo che perda un po' di liquido. Quindi si lessano le patate e, ancora calde, si schiacciano con lo schiacciapatate, come si fa per il purè, e si aspetta che le patate si raffreddino. A questo punto è meglio accendere il forno. Una volta raffreddate le patate, si uniscono: l'uovo, il parmigiano, le molliche di pane e una grattata di noce moscata. Si mescola il composto per amalgamare bene tutti gli ingredienti, poi si prende una pirofila con i bordi alti e ci si mette metà del composto di patate. Si livella bene e si copre con metà del prosciutto cotto, quindi la mozzarella sgocciolata e si prosegue col restante prosciutto cotto. Infine si copre il tutto con il composto rimanente e s'inforna per 30 minuti o comunque finché non si sarà fatta la crosticina. 
Et voilà!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...