venerdì 3 febbraio 2017

Guardando indietro al 2016 (parte II)

* * * APRILE - MAGGIO - GIUGNO * * *

Vita + frammento di diario
- che fatica gestire il quotidiano, una figlia e i propri interessi, ma finalmente il bel tempo primaverile mi viene in aiuto. Rispetto allo scorso anno, Ophelia cammina ed è più attiva quindi ogni occasione è buona per uscire, stare all'aria aperta, stare insieme tutti e tre, mangiare fuori e fare nuove esperienze (lo devo dire, ci serviva anche per eliminare lo stress accumulato stando in casa giorni interi; quella bimba da sola è uno tsunami!).
A fine aprile siamo andati a Ravenna per il Festival degli Aquiloni. Quel giorno c'era molto, molto vento e non era per nulla caldo; persino gli aquiloni facevano fatica a stare in cielo! Potete immaginare il fastidio della sabbia negli occhi e ad ogni morso di panino...Però era bello e liberatorio veder volare in cielo questi oggetti leggeri e colorati. 
A maggio siamo andati sul Conero e abbiamo fatto qualche scampagnata in mezzo alla natura. Solitamente camminare in mezzo al verde mi rilassa, ma non quando hai una bambina che ha da poco iniziato a camminare! Diciamo che ero abbastanza in ansia vedendola galoppare per i sentieri a tutta birra, avevo paura che inciampasse e si spaccasse la testa.
"Sabato 18 giugno - Bellissima giornata al mare, la prima volta tutti e tre. Sono stata molto bene e con Ophelia non mi sono mai annoiata. L'acqua era freddina ma ci siamo comunque immersi un pò. Ophelia sembrava entusiasta e anche lei è stata bene, si vedeva che era tranquilla.Dopo pranzo abbiamo cercato un posto all'ombra e Ophelia mi si è addormentata in braccio, ed ha dormito tra le mie braccia per tutto il tempo mentre A. cercava di richiudere il parasole (ah ah 😂). Poi A. è andato a nuotare ed io sono rimasta con lei e abbiamo camminato un pò. Per lei è tutta una scoperta e l'unica cosa importante non è tanto dove si va, ma darle serenità e tranquillità. Penso sia stato uno di quei pochi giorni di mare in cui, nella mia vita, ero tranquilla e serena. Oggi con Ophelia e A. vicini non mi mancava altro. E poi Ophelia tra le braccia era una cosa indescrivibile 💗".

Psicofarmaci + frammenti di diario
- a riguardo, ho scritto poco e male nel mio diario, solo qualche appunto; la terapia con la quetiapina è stata aumentata a 100+100+150 (credo per questioni di stabilità mentale...).
* " Martedì 12 aprile - post colloquio Dottore - Il Dottore dice che Veronica vuole: il bene di Ophelia, conciliare il ruolo di madre/moglie/figlia, un lavoro creativo". 

Essere Madre + frammenti di diario
- leggo nel mio diario e riporto alcune riflessioni scritte in questi tre mesi (non ha senso che le rielabori):
"Giovedì 14 aprile - Ore 12.19 - Tutto preciso e perfetto secondo i piani. Ophelia è serena perché riesco ad integrare i suoi bisogni e divertimenti in quello che c'è da fare (es. vado in farmacia col triciclo, vado all'Auchan senza passeggino così lei cammina e si guarda intorno) [...].
* "Sabato 16 aprile - Ore 12.34 - Sto ritrovando i miei momenti di riflessione in cui posso fare il punto della situazione a livello mentale, ritrovando le nozioni che ho studiato e acquisito in modo da applicarle al quotidiano. Con i colloqui mi perdo ancora un po', ma va meglio [...] riesco a gestire bene Ophelia senza perdere la testa in atti isterici. Piuttosto agisco veloce e se lei piange, in quel momento ignoro senza sovrapporre la mia voce alla sua".
* "Domenica 17 aprile - Ore 13.21 - Mi sento bene. Vorrei poter trovare un lavoro creativo come mi suggerisce il mio caro Dottore. Avvio le ricerche."
* "Sabato 23 aprile - Ore 7.57 - Mi commuovo a vedere Ophelia  mentre dorme, è bellissima, non posso credere di avere una figlia così. Vorrei, per quanto possibile, mantenerla tale, bella, in salute e intelligente. Anzi, no mantenerla, che cresca con queste basi. Ophelia, ti voglio bene. Sono felice di essere a casa e poterla crescere. Spero però di trovare anche un'attività per quando lei inizia l'asilo. Vorrei non farle mancare nulla e darle la possibilità di realizzarsi."
* "Martedì 3 maggio - Ore 7.12 - Questi giorni, da quando le abbiamo introdotto il parmigiano, spontaneamente Ophelia non prende più il seno. Sono contenta che parta da lei, avevo timore che il distacco fosse "traumatico", invece così è più naturale. Così adesso posso modificare la mia terapia...sentirò il Dottore il 19. [...] - Ore 12.05 - Mattinata lenta e di ...relax? Dopo il riposino, parco. Posso tornare a seguire i miei tempi? Riconoscere i momenti di stanchezza non legati al comportamento di Ophelia, quindi cercare la calma per rilassarmi [...]."
* "Giovedì 5 maggio - Ore 17.22 - Oggi mi sento molto stanca, dormirei sempre. Ophelia ha dormito poco oggi, e male la notte scorsa...ma le voglio un gran bene, è bellissima e sono curiosa di vederla crescere [...]."
* "Lunedì 30 maggio - [...] E' incredibile quante cose si riescono a fare quando si ha la testa a posto, e con che calma e ordine!".
* "Martedì 31 maggio - Ore 18.37 - Pomeriggio al centro commerciale...Ophelia è un tornado, un ciclone! L'ho portata lì per farla sfogare perché pioveva e in casa non si teneva. Fosse stato tempo bello l'avrei portata al parco...".
* "Mercoledì 1 giugno - Ore 12.04 - Ultimamente fuori casa Ophelia è ingestibile, o meglio, non riesco a starle dietro...cammina dove vuole, se la chiamo non si gira verso di me, nel passeggino non ci vuole stare e a stento sta nel carrello (...specie se ho mal di testa). Ad ogni modo, credo di aver gestito bene la mattinata, con fatica, ma ho svolto il necessario. [...] - Ore 15.26 - Doccia calda e lettura, speriamo che Ophelia prosegua il suo pisolino..."
* " Lunedì 20 giugno - Ore 11.29 - Mattinata lenta. Amo quella bambina, è la mia vita. Finchè ho potuto lei è stata nel box, poi abbiamo disegnato con i colori a cera e poi è crollata dal sonno. Ancora dorme. Quando l'abbraccio sento di volerle trasmettere tutto l'amore che provo per lei".
* "Mercoledì 22 giugno - Ore 7.44 - Sto facendo colazione e già mi sento priva di forze...mi sento stanca. - Ore 10.06 Ophelia riposa. Mi odio quando non riesco a rilassarmi con lei e lei mi spinge via perché vuole il suo lettino. Perché non mi rilasso con lei? Le dico di rilassarsi e io per prima non riesco...[...] Ophelia mi sembra improvvisamente grande e di essermi persa le sue evoluzioni (va così veloce la sua crescita!)...credo di bloccare la sua curiosità....o al contrario di non stimolarla abbastanza...Sono in paranoia...telefono alla psico."
* Domenica 26 giugno - Ore 12.58 - Questa mattina mi sono svegliata e avevo la testa un casino; poi dopo la corsa tutto è diventato più chiaro nonostante la corsa sia stata dura (caldo, sete, allucinazioni e ciclo). Ora sto meglio. Vedo la casa in ordine e le azioni da svolgere più razionali [...].

Libro
- inizio e finisco alla velocità della luce "Il magico potere del riordino" di Marie Kondo
- ogni tanto leggo qualche pagina di "Un genitore quasi perfetto" di Bettelheim

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...