giovedì 24 luglio 2014

Era quello che ci voleva


Venerdì e sabato sera a cena nelle grotte era quello che ci voleva per uscire dalla monotonia casalinga. Questo posto incantato lontano dalla civiltà, è abbellito e personalizzato dai singoli proprietari delle grotte che sono  scavate nel monte, uno scenario unico e caratteristico. 


Stare in compagnia e mangiare al fresco con il tramonto alle spalle mi aiuta a tenere l'umore alto e, in qualche modo, è come se mi ricaricassi dentro. D'estate soffro parecchio la solitudine e questi momenti la scacciano via, mi torna il sorriso e mi sento più leggera.
Poi la sera ho dormito sonni sereni... 


♥ spero di tornarci presto 

6 commenti:

  1. Come mai d'estate soffri la solitudine? dovresti approfittarne per fare le cose che durante l'anno rimandi :)
    Non conoscevo Wulf Dorn, così ho chiesto a google. Sembra che scriva cose interessanti. Cosa ti piace di lui? Mi consigli il suo più bel libro così lo provo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Zucchero :)
      Soffro la solitudine perché quasi tutto quello che si fa in estate richiede una compagnia, degli amici, ...e non avendo né uno né l'altro mi tocca rimanere in casa con la conseguente noia. In questo post spiego un pò il mio rapporto con l'estate http://liberalamente-veronika.blogspot.it/2014/07/alcune-riflessioni-sullestate-trovare.html
      Comunque in d'estate lavo la fodera del divano e le tende che si asciugano in un attimo ;)
      Scherzi a parte, personalmente combino di più d'inverno e in autunno, che tra l'altro sono le mie stagioni preferite; se potessi cambierei volentieri questo Paese con uno del nord Europa.
      Anche leggere in estate per me è faticoso...a proposito, si google ha ragione, Wulf Dorn è interessante :) A me piace perché scrive thriller psicologici e i protagonisti hanno sempre qualche problema mentale più o meno consistente (ed io ho un debole per la psichiatria) e poi sono ben scritti; le storie hanno un filo conduttore (la clinica psichiatrica, lo psichiatra, ecc...) ma ogni libro è a sé; capita che mentre li leggi tu possa rimanere a bocca aperta o rileggere il passo perché pensi di non aver immaginato bene la scena descritta. Sono una bomba. In Italia sono stati tradotti 4 suoi libri, potresti leggerli tutti, hanno anche abbastanza pagine :)
      A me son piaciuti molto il primo, La Psichiatra, e il terzo, Follia Profonda; il quarto m'è scivolato via, mi aspettavo qualcosa di più forte, se confrontato ai precedenti.
      Ora sto leggendo i libri di Sebastian Fitzek, anche se per me non sono scritti benissimo, la storia mi risulta pò contorta...

      Elimina
    2. e chi ti impedisce di viaggiare da sola? ti porti qualche libro, una macchina fotografica e vaghi, e magari andando a zonzo finisci anche per conoscere persone in gamba, chissà. e poi tu che odi il caldo potresti fuggire in qualche città nordica, che d'estate non se le caga nessuno e quindi i voli costano meno :D
      proverò questo autore, i thriller in genere mi annoiano un sacco, però insomma, se parla dettagliatamente di gente fuori di testa e se dici che scrive bene, di certo sarà interessante! mi hai convinta ^^

      Elimina
    3. Viaggiare da sola forse lo avrei fatto a 14 anni, dove me ne sarei andata tranquillamente in Germania con uno zaino e via, senza tanto pensarci; ma ora no perché mi piace condividere esperienze di viaggio con il mio compagno; qualche volta riusciamo ad organizzarci per visitare le città (italiana), ma è una cosa che possiamo fare forse una volta l'anno...sai i soldini non sono tanti... Mah, che ti devo dire forse l'estate non mi piacerà mai, o forse un giorno ne troverò il lato bello...o forse un giorno potrò godermi un'estate tra i Fiordi, chissà ;) (sognare non fa male, vero???)
      Vai allora con Wulf, poi mi dirai ;)

      Elimina
  2. Fai delle foto bellissime! Oltretutto fanno venire fame!! :D
    Comunque anche io preferisco l'autunno come stagione; in estate, abituata alla frenesia invernale mi sembra che non ci sia nulla da fare, per fortuna abitando vicino al mare almeno un'occupazione ce l'ho!
    Poi con le temperature equatoriali siciliane anche stare a letto a leggere diventa faticoso! Però l'estate passa presto!! :D
    Un saluto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il complimento :D ma lo dovrò rigirare al mio ragazzo perché è lui l'autore della maggior parte delle foto del blog.
      Ahimè sopporto poco il disagio mentale, per cui ho la percezione che il tempo si dilati; però hai ragione, alla fine i mesi critici sono solo luglio e agosto ed ora siamo quasi a metà :)
      Grazie per essere passata, a presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...