giovedì 25 agosto 2011

Settembre di fuoco

...lo scrivo in modo d'aver ben in chiaro il quadro della situazione delle cose che mi si prospettano da fare. 
In ordine:
1 ---> il 5 settembre devo andare alla Clinica Pediatrica per verbalizzare il voto del Modulo Pediatria-Pedagogia-Sociologia. Finalmente! (aggiungo...).
2 ---> il 6 settembre ci sarebbe il primo appello autunnale di Statistica Medica: se il mio cervello accetta di collaborare e il mio buon intuito non mi abbandona, forse m'iscrivo e provo a passarlo (o quanto meno vado a vedere cosa ancora non so fare); prossimo appello il 20 settembre.
3 --> il 7 settembre c'è l'esame di Tirocinio, il più importante: mi dà l'accesso al secondo anno.  Il Dottore, A. e la psicologa mi dicono di stare tranquilla perché andrà bene: mi fido. Ieri ho terminato di studiare il materiale ed ora mi fermo per qualche giorno, giusto per metabolizzare le nozioni; poi dal primo settembre fino al 6 ripasso generale; nel frattempo arricchisco lo studio fatto con delle letture/studio attinenti ai settori di tirocinio (e non). 

Arrivati a questo punto, se il Tirocinio va bene, seguono:
- il pagamento della rata del primo semestre, una sventola di € 399,00 che vorrei pagare entro il mese di settembre (così non ci penso più)
- la presentazione della tassa personalizzata per il secondo semestre e del piano studi, da farsi entro il 30 novembre ma che farò entrambi ad ottobre in modo da non avere "noie" quando inizia il semestre.

Manca ancora qualcosa...INGLESE! Già, il famoso esame di Inglese Scientifico che avrei dovuto dare a marzo ma che per un "malinteso" di aule non ho dato e la Professoressa, allora mi disse: "ma che fretta hai di dare l'esame"...la mia perplessità di fronte a questa affermazione continua. Dunque dicevo...per il 12 settembre non faccio assolutamente in tempo, c'è già troppo in pasto al mio cervello, non vorrei andare fuori giri...prossimo appello il 23 settembre: è già più fattibile. Dio mio come non so nulla di inglese...per me sarà come imparare a memoria una poesia di Leopardi e recitarla il giorno dell'esame (sempre che la Professoressa non abbia la brillante idea di farmi domande bizzarre che richiedono una certa elaborazione dei contenuti e allora si che io potrei risponderle in un mix italoanglofrancese).

ps: il mio caro Dottore, in seguito al mio stato alterato, per aiutarmi a concentrare e a studiare, ha dovuto aumentarmi la dose di Seroquel RP: son passata da 600 mg a 800 mg al giorno (oltre al resto della cura); tutto questo grazie alle voci e alla Presenza. Ottimo direi...
Si, ora sto meglio...ma per quanto?

A presto cari lettori


"Out Of Control" The Chemical Brothers (Surrender) - 1999



2 commenti:

  1. rieccomi..sai non è facile non voler bene ai propri genitori perchè poi scatta IL SENSO DI COLPA e ti ANNIENTA..
    mio padre volevi sapere...non sta nè di qua nè di là..la sua specialità è il disinteresse..lo fa da quando ho 12 anni e allora mi sono ammalata(non è un caso)..
    e sia madre sia mio padre non sanno responsabilizzarsi..
    non ti considero saggia(per ora:))

    RispondiElimina
  2. Fai bene ad appuntarti le cose, in modo che ti rrestino ben fissate nella zucca. Lo faccio anche io. Ma sull'altro blog.
    chi sono?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...