mercoledì 31 agosto 2011

Quando il dolore riemerge, la rabbia si fa viva e si scatena in violenza

Ieri il cervello mi è andato in botta...la realtà non mi ha portato paro e son scoppiata a piangere per ore prima di assumere i farmaci che in verità non volevo assumere perché volevo essere una persona normale.
...come avrei voluto schiantargliela nella schiena invece che sul marmo della cucina, così magari avrebbe potuto assaporare il dolore (più psichico che fisico) che provavo io da bambina quando quella finiva violentemente sulle mie braccia, sulle mie gambe, sulla mia testa...nel mio corpo da bambina, lasciandomi ematomi e segni visibili. 
E spesso, addosso a me, quella si rompeva in due o più pezzi (tutto questo perché ad usare le mani, a suo dire, iniziava a farle male...).
Ce l'ho con me, perché la odiavo e le volevo bene insieme.
Ce l'ho con me perché non ho saputo reagire, dedicandole soltanto tanta indifferenza.


sabato 27 agosto 2011

Il mio oggetto transizionale per eccellenza

Si sa, a me piacciono gli orsi e chi mi conosce lo sa bene. 
Quando ne vedo uno che mi piace, che mi comunica affetto, non so proprio dirgli di no. 
Per loro in casa c'è sempre posto. Li metto ovunque...sopra ai libri, sulle scale, nei muretti e sopra ai termosifoni, negli angoli, accanto al letto, ecc...

Poi c'è quello storico rosa, Moio Moio, quello con cui sono nata, ma per ragioni di riservatezza non posso pubblicare la sua foto.
Questione di rispetto nei suoi confronti.

venerdì 26 agosto 2011

L'ora della merenda!

Questa è una delle mie merende preferite, in alternativa al famoso frullato fatto con latte, yogurt bianco e banana.
Ingredienti:
- yogurt bianco intero Vipiteno (mangio solo questo)
- orzocacao Orzoro
- banana
Le dosi sono a caso, a seconda della fame.

Per prima cosa, unisco lo yogurt all'orzocacao in una bella tazza capiente



Poi affetto la banana a rotelle e mescolo il tutto

Merenda fresca, sana, nutriente, rassicurante (ci sono lo yogurt e la banana che sono "cibi bianchi" e non so il perché ma questi mi calmano l'ansia) e soprattutto, molto buona!

Il cervello mi ringrazia, ora è pronto per lo studio.

giovedì 25 agosto 2011

Settembre di fuoco

...lo scrivo in modo d'aver ben in chiaro il quadro della situazione delle cose che mi si prospettano da fare. 
In ordine:
1 ---> il 5 settembre devo andare alla Clinica Pediatrica per verbalizzare il voto del Modulo Pediatria-Pedagogia-Sociologia. Finalmente! (aggiungo...).
2 ---> il 6 settembre ci sarebbe il primo appello autunnale di Statistica Medica: se il mio cervello accetta di collaborare e il mio buon intuito non mi abbandona, forse m'iscrivo e provo a passarlo (o quanto meno vado a vedere cosa ancora non so fare); prossimo appello il 20 settembre.
3 --> il 7 settembre c'è l'esame di Tirocinio, il più importante: mi dà l'accesso al secondo anno.  Il Dottore, A. e la psicologa mi dicono di stare tranquilla perché andrà bene: mi fido. Ieri ho terminato di studiare il materiale ed ora mi fermo per qualche giorno, giusto per metabolizzare le nozioni; poi dal primo settembre fino al 6 ripasso generale; nel frattempo arricchisco lo studio fatto con delle letture/studio attinenti ai settori di tirocinio (e non). 

Arrivati a questo punto, se il Tirocinio va bene, seguono:
- il pagamento della rata del primo semestre, una sventola di € 399,00 che vorrei pagare entro il mese di settembre (così non ci penso più)
- la presentazione della tassa personalizzata per il secondo semestre e del piano studi, da farsi entro il 30 novembre ma che farò entrambi ad ottobre in modo da non avere "noie" quando inizia il semestre.

Manca ancora qualcosa...INGLESE! Già, il famoso esame di Inglese Scientifico che avrei dovuto dare a marzo ma che per un "malinteso" di aule non ho dato e la Professoressa, allora mi disse: "ma che fretta hai di dare l'esame"...la mia perplessità di fronte a questa affermazione continua. Dunque dicevo...per il 12 settembre non faccio assolutamente in tempo, c'è già troppo in pasto al mio cervello, non vorrei andare fuori giri...prossimo appello il 23 settembre: è già più fattibile. Dio mio come non so nulla di inglese...per me sarà come imparare a memoria una poesia di Leopardi e recitarla il giorno dell'esame (sempre che la Professoressa non abbia la brillante idea di farmi domande bizzarre che richiedono una certa elaborazione dei contenuti e allora si che io potrei risponderle in un mix italoanglofrancese).

ps: il mio caro Dottore, in seguito al mio stato alterato, per aiutarmi a concentrare e a studiare, ha dovuto aumentarmi la dose di Seroquel RP: son passata da 600 mg a 800 mg al giorno (oltre al resto della cura); tutto questo grazie alle voci e alla Presenza. Ottimo direi...
Si, ora sto meglio...ma per quanto?

A presto cari lettori


"Out Of Control" The Chemical Brothers (Surrender) - 1999



domenica 7 agosto 2011

7 - Frammenti di diario (...sottomessa dalla Voce)

"Ore 16.096 - a casa
FIN'ORA, DA QUESTA MATTINA, HA FATTO SOLO UNA BELLA CORSA, PRANZATO, PRESO UN CAFFE' (che in realtà sarebbe il quarto se consideri anche la colazione...) SI E' FATTA N.3 TAGLI, HA VISTO LA TV E FUMATO UNA LUCKY STRIKE. 
...dimentichi il vino...ho bevuto del vino rosso scadente, che più scadente non si può. 
Ok, ora mi metto a studiare.
TUTTO SECONDO I PIANI (...se lo dici tu...).
Tutto ciò fa parte della malattia? ...non lo so...tanta gente fa quello che ho fatto io oggi, per cui oggi, sono nella norma. 
Ehi, aspetta! Ma...tanta gente sente le voci come oggi? 
Che fai non rispondi più!
...fa nulla, l'importante è che la situazione, la mia, sia sotto controllo. 
Ed ora, pare lo sia.
Siamo nel duemilaundici, vero?"

martedì 2 agosto 2011

"Libricina" :

estratto di libro di carattere informativo atto allo studio, è indicata per il trattamento delle psicosi acute e croniche, in concomitanza con: Seroquel RP 400 mg + 200 mg, Depakin Chrono 500 mg (1+1+1 cp/die), Tranquirit 30+30+30 goccie al dì. E' utilizzata, nello specifico, per la diminuzione del volume delle voci esterne e la loro gestione, al fine di non farle penetrare nella materia grigia, per il miglior funzionamento sinaptico del soggetto Veronica. 
Il principio attivo "libricina" provoca un miglioramento visibile già dopo due o tre giorni; il soggetto Veronica riesce ad essere più lucido e obiettivo circa l'esame della realtà e dell'ambiente circostante, inoltre migliora la capacità comunicativa.
Probabili effetti collaterali dovuti a sovradosaggio: maggior presenza di Mark e Hans, stanchezza, saturazione mentale con relativa sensazione di vuoto mentale, vomito, catatonia. In questi casi si consiglia riposo. 

...assetto "protezione taglio"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...