sabato 9 luglio 2011

Con calma

Da oggi sono ufficialmente in vacanza. Anzi no. Siccome odio la parola "vacanza", che per me non ha alcun significato, preferisco dire che mi prendo una bella e lunga pausa. 
Silenzio assoluto. Posso immergermi nel mio Mondo senza interferenze, con calma.
Dopo aver dato tre esami in otto giorni in maniera soddisfacente (grazie a Mark), rallento un pò il ritmo, poiché i prossimi appelli sono a settembre. Mi mancano: inglese, statistica e l'esame finale di Tirocinio, quello che mi da l'accesso al secondo anno (spero di non incontrare problemi...). 
Rallento ma non mi fermo, il cervello deve stare in allenamento per non atrofizzarsi e per poter riprendere brillantemente gli studi ad ottobre. Devo tenerlo su di giri, ma non troppo. Vado via di libri che mi sono stati consigliati dai vari professori durante l'anno accademico; arricchisco un pò la mia mente in modo da poter parlare e scrivere sempre meglio, anche in condizioni di crisi.
Sono sollevata dal fatto che per un pò non vedrò e starò con la mia classe, salvo due o tre persone (forse...). Il mio essere misogina è accentuato dal fatto che in classe siamo tutte donne...di gran lunga preferisco la compagnia maschile a quella femminile.
Posso definirmi, in generale una misantropa, la gente mi innervosisce soprattutto quella svanita, stupida, vuota, approssimativa...quella che apre bocca e non si sa cosa dice, quella che ha l'atteggiamento da perdente...
Odio anche l'estate, ma questa non è una novità. Pagherei quel poco che ho per potermi trasferire in un Paese più fresco, più ghiacciato, più a nord...
A. è in ferie la settimana prossima, così sentirò meno la solitudine accentuata da questa insopportabile stagione.
Il 26 luglio vedrò il mio caro Dottore.
Vado ad ammazzare la solitudine estiva con una bella corsa tra i campi di girasole e grano.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...