martedì 1 giugno 2010

Parola d'ordine: STUDIARE


Oggi inizio ufficialmente lo studio per la preparazione al test d'ammissione ai corsi di laurea per le professioni sanitarie (vedi obiettivi).
Oggi, come 12 anni fa, spinta dalla voglia di poter lavorare in ospedale (o altre strutture) e aiutare le persone. 
Unica PICCOLA differenza: oggi ho più grinta, forza e tenacia di allora, la stessa di quando avevo 12-13 anni, periodo in cui dovevo scegliere le superiori e, quindi, la strada del mio futuro; peccato che non fui capita.
Fino all'otto settembre (giorno in cui ci dovrebbe essere l'esame), sarò come: un nuotatore che va dritto verso la "croce azzurra" a fondo vasca, nuotando costantemente e con sacrificio fino alla fine; un maratoneta, che percorrerà instancabilmente chilometri e chilometri per arrivare al traguardo; ...
Devo farlo per me, perché questo è ciò che vuole Veronica.
Devo farlo perché io possa crearmi il mio spazio e vivere costantemente in questa realtà, senza la necessità di "saltare", involontariamente, dalla presunta realtà al Mondo Parallelo.
Devo farlo perché finalmente io possa raggiungere qualcosa di vero, in modo da non guardarmi più attorno e credere che sia tutto finto e irreale.
Devo farlo per A., perché lui crede in me e mi ama.
Devo farlo per il mio caro psichiatra, perché il lavoro che sta facendo e che ha fatto su di me, non vada in fumo.
Forse in questo periodo dovrò consultare o addirittura essere Mark; forse dovrò chiedere aiuto anche ad Hans. Non ha importanza, io devo raggiungere il mio obiettivo. E questo sarà. 
Farò tacere la Voce o le mille voci in testa con la matematica, la biologia, la fisica, la chimica. Le farò tacere perché io sono più forte di loro.
Il mio cervello potrà solo che essere contento di poter assimilare nuove nozioni mangiando pagine & libri ogni giorno.
Devo farlo per non pensare più, forse, al suicidio.



SONO DETERMINATA A VIVERE QUANTO A MORIRE

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...