lunedì 8 marzo 2010

21 - Frammenti di diario

"Venerdì 14 agosto 2009


A. mi sveglia perchè piangevo molto ed ero agitata. Mi riaddormento accanto a lui...
  

Questa giornata è iniziata estremamente male; mi auguro con tutto il cuore che non si avveri nulla di ciò che ho sognato (non credo che descrivendo i sogni sia riuscita a trascrivere la vera sensazione di paura e angoscia provati. Piangevo molto, anche nella realtà).
Ore 12 – una birra
VUOTO.
E il pensiero corre al Dottore automaticamente.
Serata a ***, in giro per  varie feste.
Avverto la fine.


Sabato 15 agosto 2009

Tutto cambia intorno a me senza che me ne renda conto.
(…)
Ore 18 – Giornata tranquilla, sono felice di aver fatto la cornice per il Dottore, spero l’accetti, mi farebbe piacere.
Ho visto l’Ispettore Derrick, il 9 parto per Monaco.
Dopo cena di nuovo a ***. Tutto mi è estraneo senza volerlo.


Domenica 16 agosto 2009

Iniziata cornice “Fiori”. Se mi viene bene la regalo alla Dottoressa (riprende la fantasia del suo anello).
Questo mondo non mi appartiene, ma in ferie lo percepisco meno.
Vorrei parlare con i miei Dottori. Mi mancano molto…


Lunedì 17 agosto 2009

Estate condita di birra…in casa.
Numero tre birre, la mia cura quotidiana allargata. Mi fa aumentare la concentrazione. Come farò quando dovrò tornare a lavorare?
Ore 11.30 – Preparo le melanzane per cena, A. è al mare. In seguito completo la cornice “Fiori” con la testa piena di birra: mi sembra venuta bene, posso regalargliela, spero l’accetti.
(…)
Che estate strana…niente mare, tanta birra, pensieri suicidi, come a quattordici anni.


Martedì 18 agosto 2009

Avere in casa tutte le finestre aperte mi agita. Odio l’estate.
Un’estate senza mare, dentro al mio mondo con fiumi di birra.
Domani vedo il Dottore…"

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...