martedì 19 gennaio 2010

3 - Frammenti di diario

“Si può riuscire a cambiare mentalità continuando a vivere in questa società con mille impulsi legati a oggetti e beni materiali, in una società dove si pensa sempre e solo ad avere e mai a pensare che si ha già tutto, ciò che manca è l’osservazione e il contatto con queste cose? La risposta per cause di forza maggiore deve essere si, perché non posso cambiare paese e abbandonare A.
1. esco di scena mentalmente;
2. entro in contatto con ciò che ho e con tutto quello che mi circonda;
3. ascolto i miei bisogni interiori;
Ce la farò a tornare ad estraniarmi da tutto e da tutti, è la soluzione per non soffrire.(…) Ho soltanto perso l’abitudine per via dell’esterno, del Sistema maledetto. Il Sistema fa male. Ho deciso due anni fa di guadagnare meno per salvare la mia mente. Devo portare avanti questa decisione. Continua il distacco dalle cose materiali che compongono il Sistema; compro solo ciò con cui mi identifico (una tazza, una coperta, un libro). Le cose ci possono dire più di quello che pensiamo. (…)
Il pomeriggio è stato un crollo totale dopo la mezza compressa di Seroquel. La testa era frenata, troppo, troppo sonno. Alle 17.30 era a casa. Frullato, lettura di “Eden Express”; ma quanto sonno. Ora ho la testa spaccata in un altro senso. (…)
Telefonata mentale al Dottore “Buongiorno Dottore, che bello sentirla, credo di avere bisogno di Lei, già ieri pomeriggio ne sentivo il bisogno…sento un vuoto enorme e terribile…le persone vanno troppo veloci intorno a me e le cose sono molto vicine a me, sono in contatto con loro per creare armonia, ma mi si rivoltano contro, ma non so se possono farmi del male. Ho un po’ paura…sono un po’ più colorate e vive e non so bene se sia tutto reale o no…” (…)
Lunedì 16 marzo 2009: crisi. Ore 15 dal Dottore. Uscita alle ore 16.45.(…)
Mercoledì 25 marzo 2009
Durante il pomeriggio: n. 1 flacone da 50 mg di bromazepam. Poi non ricordo più nulla.

Giovedì 26 marzo 2009
Continuo a non ricordare nulla.(…) Pomeriggio passato con il Dottore in ospedale. Pericolo nuovo ricovero ma in un altro ospedale, a 90 km da qui. Inizio nuova terapia (farmaci gestiti di nuovo da A.).”

Bicchiere di quel periodo, datomi in ospedale dal mio caro Dottore per la terapia...(ancora lo conservo).


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...